Il più grande rivenditore al mondo di gioielli con diamanti prevede di acquisire Diamonds Direct con sede a Charlotte in un affare di $490 milioni. Signet Jewelers Ltd. ha detto oggi di aver stipulato un accordo per acquistare la catena di gioielli locale in una transazione all-cash. Si aggiungerebbe al portafoglio di marchi di gioielli della società delle Bermuda che già consiste in Kay Jewelers, Zales, Jared, H. Samuel e Ernest Jones, tra gli altri. Signet gestisce complessivamente circa 2.800 negozi. “L’aggiunta accrescitiva di Diamonds Direct al nostro portafoglio guiderà ulteriormente il valore dell’azionista con la sua distinta esperienza di shopping focalizzata sulla sposa e aggiungerà un nuovo punto di ingresso mentre costruiamo relazioni con i clienti per tutta la vita e ci sforziamo di raggiungere il nostro obiettivo di 9 miliardi di dollari di entrate nel tempo”, ha detto il CEO di Signet Virginia C. Drosos in un comunicato stampa.

Le azioni della società erano scambiate a 80,88 dollari alle 14:30 di oggi, in calo di circa l’1,4% da 82,05 dollari alla chiusura di ieri. Diamonds Direct è attualmente di proprietà della società di private-equity Blackstone Group (NYSE: BX), che ha acquistato la società nel 2015 per un importo non rivelato. Diamonds Direct è stata fondata nel 1995 a Charlotte. Ora ha 22 sedi in 13 stati, così come una presenza online. Questo include il suo negozio di punta a SouthPark, al 4521 Sharon Road. Il team di leadership di Diamonds Direct, le vetrine e le offerte di marca rimarranno sul posto domani ,direttamente dalle miniere e dai tagliatori di diamanti di tutto il mondo, e di selezionare la merce a mano. Offre diamanti sciolti e montati, gioielli da sposa, gioielli di moda con diamanti e pietre preziose, e gioielli di design delle migliori marche americane. “Come risultato di questa transazione, tutto ciò che i nostri clienti conoscono e amano di Diamonds Direct sarà sempre più grande e migliore”, ha detto Diachenko. “Mentre Signet infonderà le proprie risorse nel nostro business per alimentare la nostra crescita, il cuore di chi siamo, come operiamo e ciò in cui crediamo non cambierà”. L’affare dovrebbe essere completato nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2022 di Signet, mettendo la data di chiusura prevista tra novembre e il primo febbraio.

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: